Facebook di Michele Bollini Twitter di Michele Bollini Instagram di Michele Bollini Linkedin di Michele Bollini

Biografia Michele Bollini

Nasce a Como nel Febbraio del 1972.
Il primo giudizio sulla sua attività artistica è riportato nella pagella scolastica ritirata dalla madre, in prima elementare, nel Giugno del 1978 : ”spiccate doti artistiche nel disegno e nella rappresentazione”.
Sono queste brevi parole ha segnare il percorso formativo che porteranno i suoi genitori ad iscriverlo nel 1987 presso il Liceo Artistico A. Frattini di Varese dove, da giovane studente, frequenta appassionatamente i corsi e i laboratori di Pittura e Scultura dei maestri d’Arte Piero Cicoli, Segio Fiucci ed Ermanno Cristini.
La passione per il disegno e la sensibilità artistica, lo portano alla scoperta e alla conoscenza di numerose tecniche di rappresentazione come la Pittura Acrilica, l’Incisione, la Serigrafia e la Litografia. Diventeranno per lui, parte integrante del suo lavoro e bagaglio prezioso di esperienza negli anni seguenti.
 
Successivamente frequenta la Facoltà di Architettura presso il Politecnico di Milano.
Da sempre appassionato di Viaggi e Montagna, decide di svolgere la tesi di laurea presso l’E.A.G., Ecole d’Architecture de Grenoble, Francia.
L’esperienza francese è fondamentale per la sua formazione di giovane Architetto, frequenta nel 1998 i corsi di laurea all’atelier dei Professori Charles Rosch e Pierre Lavigne.
Durante la permanenza in Francia, viaggia molto tra Lione e Parigi, coltiva la passione per le Alpi Francesi, per lo Sci Alpino e scrive la sua Tesi di Laurea dal titolo “Espace Mont-Blanc: tradizione, forma e grandi infrastrutture”, curata dal Professore francese François Lioncan e dalla Professoressa italiana Valeria Erba.
Si laurea a Milano, nel Marzo del 1999 dopo avere frequentato con successo i corsi tenuti, tra gli altri, da Maestri quali Fulvio Irace, Flavio Caroli , Valeria Erba e Andrea Bruno.
Tornerà in Francia l’anno seguente, come coordinatore e assistente dei corsi di Architettura legati al “Progetto Socrate“, aperti alle università di Valencia, Toulus, Torino, Trento e Milano. Nel corso dello stesso anno partecipa al seminario di approfondimento tenuto dall’Ordine degli Architetti di Aosta e dall’Università di Architettura del Quebèc (Canada), dal titolo: “Architecture et Montagne”.
Nel Settembre del 1999 ottiene il titolo di abilitazione all’esercizio della Professione di Architetto.
Nell’anno 2000, è referente per l’Ecole de Architecture de Grenoble presso il Politecnico di Mialno.
A Milano comincia ad esercitare la Professione collaborando ai progetti dello Studio di Architettura e Urbanistica dell’Arch. Gaetano Liscandra, Professore Ordinario di Composizione, della Facoltà di Architettura di Milano.
Un’esperienza preziosa per l’apprendimento e l’esercizio della Professione che lo porterà ha collaborare a numerosi progetti di importanza nazionale e stringere collaborazioni con lo Studio milanese dell’Arch. Gae Aulenti.
La collaborazione continuativa di tipo professionale con lo Studio di Architettura di Milano continuerà fino al 2004, sviluppando progetti Preliminari, Definitivi ed Esecutivi, elaborandoli dall’iniziale studio di fattibilità, a grande scala, fino alla definizione della documentazione tecnica di cantiere, maturando, nel corso degli anni di lavoro, esperienza sulle diverse tematiche che caratterizzano lo sviluppo del Progetto Architettonico.
In particolare l’attività progettuale che svolge, esamina la pianificazione urbana (P.I.I., P.R.U., P.L) di aree su vasta scala, fino alle successive fasi di Progettazione Preliminare, definizione della relativa Pratica Comunale per ottenere l’autorizzazione a costruire (Progetto Definitivo), fino alla stesura del Progetto Esecutivo e successiva formalizzazione della Gara d’Appalto.
Tra gli altri, lavora al:
• Progetto per la realizzazione e l’ampliamento della nuova Fiera del Levante (Bari);
• Progetto Preliminare per la Nuova Fiera di Milano (Rho-Fiera);
• Piano di Recupero zona ex Ceramica Lago di Laveno-Mombello (Varese);
• Progettazione e Direzione Lavori di un edificio a destinazione d’uso mista uffici-residenza in via Castellini in Milano;
• Stesura del P.R.G di Maratea (Potenza) in collaborazione con l’Arch. Gae Aulenti.
• Progettazione e Direzione Lavori di un edificio a destinazione d’uso mista uffici-residenza in Milano;
• Intervento di Restauro e Recupero a Settimo Milanese in Collaborazione con la Soprintendenza dei beni Architettonici del Comune di Milano e lo studio De Vizzi;
• Progettazione di un centro per anziani in Milano;
• Progettazione di una scuola materna e una scuola media nel Comune di Pero (Milano);
• Progettazione di infrastrutture viarie (ponti, strade e piste ciclabili) nel progetto del P.R.U. di Rho-Pero;
• Progettazione di un Centro Sportivo in via dei Missaglia in Milano rappresentato da due campi da calcio con annessa tribuna per circa 200 spettatori, cinque campi da calcetto e relativi edifici di spogliatoio e di biglietteria;
• Progettazione di complessi residenziali in via Foppa, Piazzale Nigra, via Castellini, via dei Missaglia, via Meda,  nella città di Milano;
numerose altre collaborazioni in progetti urbanistici, progetti di nuova costruzione e ristrutturazione in Milano e Provincia. Nel 2004, torna a Como e avvia l’attività in proprio come libero professionista. Le esperienze maturate nelle diverse collaborazioni lo portano, fin da subito, a firmare progetti importanti che esprimono carattere e creatività nella Composizione e nel Design architettonico.
Un esempio su tutti,  “Casa sul Lago” a Cernobbio, sulle sponde del Lago di Como, immersa in un parco verde di 1200 mq, progettato in collaborazione con Emilio Trabella.

Progetto giovanile che frutterà diverse pubblicazioni sulle riviste di settore. Michele Roda, scrive in proposito:
“… Il progetto unisce forme Razionaliste e Moderne, attingendo evidentemente ad una tradizione che sulle coste del Lago di Como vanta esempi significativi, con un approccio alla composizione dei volumi semplice, rigorosa e minimalista, arricchito da un’estrema cura nella scelta dei materiali”
Saranno questi aggettivi  ha distinguere e caratterizzarne l’opera nelle numerose attività di progettazione dello studio comasco, che lo porteranno ha spaziare in diversi settori della professione, da Interventi di Nuova Costruzione a Progetti di Recupero e Ristrutturazione, dall’Intirior Design al Design Forniture, fino agli Allestimenti con importanti Firme della Moda Milanese.
Sono soprattutto le competizioni e i concorsi di Architettura  ha segnare l’evoluzione della professione dal 2005 al 2010, con importanti risultati come la “menzione speciale” al Concorso Internazionale per la Riconversione dei Padiglioni Ospedalieri del Policlinico San Matteo di Pavia e il secondo posto al Concorso per la Riqualificazione dell’area Ex Gasometro – Idroscalo della città di Pavia.
• Nel 2010 ottiene l’abilitazione alla Certificazione Energetica degli Edifici.
Si interessa alle tecnologie costruttive per edifici ad alte prestazioni energetiche e alle fonti di energia rinnovabili che tradurrà poi in architettura in tutti i progetti futuri.
• Nella provincia di Pavia firma tre progetti importanti: l’ampliamento della Scuola Media nel Comune di Chignolo Po, un edificio moderno pluripiano, il Progetto per il primo Ponte carrabile elevatoio sul Naviglio Pavese, in prossimità del Castello Visconteo, e il Progetto di Rifunzionalizzazione dei Padiglioni del Policlinico San Matteo, su commissione e per conto della Facoltà Universitaria di Medicina di Pavia.
Il progetto verrà presentato nel 2012 in Regione Lombardia, direttamente dal Presidente, come esempio di riqualificazione in campo socio-sanitario.
• Nel 2013 firma, in collaborazione con lo Studio L. Cozza,
il progetto del “ Wavin Solutions Center”, per la Multinazionale Olandese Wavin S.P.A., leader del settore Idro-Termo-Sanitario e Gestione delle Acque Meteoriche, presso la sede italiana di Ferrara.
Un “Training Center” per la formazione e la qualifica degli istallatori, progettato con sistemi innovativi relativamente al confort degli ambienti interni.
Il progetto gli vale la pubblicazione sulla rivista italiana DE.AR (Design e Architettura) e la presentazione presso la Sede Olandese della società Multinazionale come esempio di “Start Up” dei nuovi modi di comunicare la produzione industriale.
• Nello stesso anno ottiene il migliore punteggio della giuria al “Concorso Internazionale per l’Ampliamento della Galleria d’Arte del Comune di Cagliari”
• Firma il progetto di Nuova Costruzione denominato “Geen House”, una residenza unifamiliare, costruita su un unico livello, simbolo di armonia tra composizione architettonica e sistemi costruttivi ad alte prestazioni energetiche.
Il progetto è una sintesi degli studi e del bagaglio formativo sulla tipologia abitativa, coniugato con elementi di suggestione e dettagli architettonici contemporanei, curato nei dettagli e nei materiali.
• Nel 2014 si occupa di allestimenti e di numerosi eventi creativi nell’ambito della Settimana della Moda Milanese in collaborazione con gli uffici stile delle Maison più prestigiose.
• Per una delle più importanti firme milanesi, si occupa dell’allestimento della sala sfilate su progetto dello studio OMA, diretto dall’arch. Rem Koolhaas, oltre alla catologazione delle opere realizzate dagli artisti “El Mac” Gregor, “Mesa”, “Gabriel Specter”  “Stinkfish” “Jeanne Detallante” e “Pierre Mornet”, dal titolo : ” In the Heart of the Multitude” che ispirerà la collezione Autunno/Inverno 2014/2015 della prestigiosa Maison Italiana
Da questa interessante collaborazione acquisisce un bagaglio nuovo di conoscenze ed esperienze, su una vasta gamma di materiali lignei e tessuti di complemento utilizzati e sperimentati nella realizzazione di un evento mediatico, che fa il giro del mondo sui Tabloid e sui Media più importanti.
• Le conoscenze acquisite lo porteranno a firmare, in collaborazione con lo studio dell’Arch. P.Zanotto, numerosi allestimenti fieristici per il Salone del Mobile di Milano 2014 (Rho-Fiera) per le aziende Albaplus tra le altre, e per la Fiera di Lipsia e Bologna, su commissione dell’azienda svizzera Roten.
• Si occupa di due importanti progetti di Interior Design su committenza privata nella località montana di Riscone di Brunico (Bolzano) dove cura personalmente l’interno delle residenze estive e invernali di due appartamenti di lusso, coniugando al meglio la tradizione alto atesina con il design moderno ed essenziale che contraddistingue il suo lavoro.
Per la realizzazione di questi progetti si avvale di falegnamerie artigianali storiche dell’Alto Adige , J.Haidacher (Percha BZ) e O.Erlacher (San Martino in Badia BZ).
• Attualmente, oltre alla normale attività di studio, lavora al Concorso per la Riqualificazione di due piazze importanti nel Centro Storico della città di Como, Piazza Roma e Piazza Volta,  e al Concorso internazionale “Designing The Future - Prefabbricated Wooden Homes”, per la progettazione di abitazioni prefabbricate in legno ad alte prestazioni energetiche.
La passione per l’Architettura e l’Arte in generale, in tutte le forme espressive, lo accompagnano da tutta la vita. E’ fortemente attratto dall’Arte Contemporanea fin dai tempi del Liceo Varesino, dove conosce e frequenta Villa Pannza a Biumo.
Le Opere e le istallazioni che compongono la Collezione Panza, oggi donata al F.A.I. (Fondo Ambiente Italiano), sono spesso fonte di ispirazione per i suoi progetti.
Una passione per l’arte che si unisce all’architettura, lo porterà a viaggiare con la moglie Viviana e visitare i musei più in importanti in Europa e negli Stati Uniti.
Da Como, città razionalista per eccellenza, attraverso l’opera dei maestri Terragni e Lingeri, i viaggi di arte e architettura si susseguono ogni anno. Lo portano in Francia, per vedere da vicino l’opera di Le Corbusier e Jean Nouvel. Sarà poi in Portogallo ad ammirare i lavori di Alvaro Siza e Rem Koolhaas. Nei “musei a cielo aperto per l’architettura” delle Città di Berlino (per Daniel Libeskind) e di Londra (per Norman Foster). Negli Stati uniti a Chicago (Illinois), per Ludwig Mies van der Rohe, a Boston (Massachusset), per i capolavori di Frank Ghery e Steven Holl. Sono questi i maestri a cui si sente maggiormente legato.
La passione per i viaggi d’Arte e Architettura si unisce a quella per la Fotografia, e per l'Enogastronomia, interessi che divide con la moglie e con gli amici.
• Nel 2013 conosce a Como Franco Soldaini, “ambasciatore” della cultura enogastronomica italiana, che lo coinvolge nel suo progetto più importante, curare la Fotografia che accompagnerà la stesura del suo ultimo libro. Un opera che racconta la sua esperienza di lavoro e di vita sul Lago, a Bellagio e a Como. Tutti i segreti della cucina lariana con “ricette d’autore” raccontate da quattro chef che personalizzano i piatti della tradizione lariana accanto ad altri di loro creazione, edito da: Nodo Libri, prefazione di Gualtiero Marchesi, Autori: Franco Soldaini, Laura Garavaglia, Elana Ornaghi, Viviana Tombolillo.
Fotografia di Michele Bollini.

 


Lo studio di Archietettura Michele Bollini Architetto:
- Computer e Software

- Ottima conoscenza dell’ambiente di lavoro Windows
- Ottima conoscenza di Autocad 2014 bidimensionale e tridimensionale
- Ottima conoscenza di Archicad 16  bidimensionale e tridimensionale                            
- Padronanza di altri programmi di Disegno Architettonico in 2D e 3D,
- Padronanza di strumenti di Modellazione Solida e Grafica.
- Ottima conoscenza di Photoshop
- Ottima Conoscenza del pacchetto di lavoro Office;
- Internet e gestione reti in generale - gestione social network