Facebook di Michele Bollini Twitter di Michele Bollini Instagram di Michele Bollini Linkedin di Michele Bollini

Biblioteca - MILANO

Custodito nel cuore di un quadrato perfetto, protetto da uno scrigno vetrato, sospeso tra parco e città, l'edificio “rompe” il vecchio concetto di biblioteca definita come "tempio chiuso del sapere".Vuole al contrario dichiarare la sua vocazione di "piazza urbana ", dove incontrarsi e socializzare .Costituire uno snodo di flussi pedonali, diventare un vero polo attrattivo per la Città. Il progetto della nuova biblioteca del Comune di Legnano, ubicata nel centro cittadino, in prossimità di piazza IV Novembre, nelle aree destinate a standard cedute alla Pubblica Amministrazione nell’ambito del Programma Integrato di Intervento denominato “ex-Cantoni”, è occasione per riqualificare un’area inutilizzata attraverso il rafforzamento della funzione pubblica, tramite l’inserimento di nuovi spazi di socialità.Spazio Costruito e Parco Verde attrezzato, trovano nel progetto una connotazione ben precisa e generando la propria configurazione planialtimetrica, tipologica e funzionale dell’edificio che ospiterà la nuova biblioteca.Il progetto prevede l’inserimento di un unico edificio che sia al tempo steso rappresentativo della città e permeabile, rispettoso del contesto, garante della continuità dei percorsi pedonali e ciclabili.

L’architettura permeabile diviene quindi ambito di esplorazione (interno/esterno), percorso per scoprire e socializzare, elemento di connessione tra i vari piani e le diverse funzioni.

Esterno ed interno dialogano liberamente attraverso soluzioni tecnologicamente e materiali costruttivi all’avanguardia. Oltre a garantire il contenimento dei consumi energetici, possiamo considerare il corpo di fabbrica come una grande “edificio passivo”, a basso impatto ambientale e ad alto risparmio energetico. La biblioteca è quindi un grande edificio aperto e permeabile, un vero polo attrattivo in grado di generare relazioni sociali.