Facebook di Michele Bollini Twitter di Michele Bollini Instagram di Michele Bollini Linkedin di Michele Bollini

Facoltà di Medicina - PAVIA

La prima soluzione individuata prevede l’Utilizzo, previa ristrutturazione e recupero, di alcuni padiglioni esistenti all’interno del Complesso Ospedaliero del Policlinico San Matteo di Pavia. In particolare vengono individuati tre edifici autonomi e distinti, particolarmente adatti ad essere convertiti, da strutture ospedaliere a strutture scolastiche.
Le funzioni ospedaliere che attualmente occupano i tre padiglioni interessati, verranno trasferite all’interno della nuova struttura ospedaliera in costruzione (D.E.A.) e in via di ultimazione. I tre edifici risultano allineati e disposti in sequenza su un area di circa 42.000 mq in prossimità dell’ingresso principale del Policlinico San Matteo.
Si tratta dei Padiglioni ospitanti i reparti di Medicina, di Chirurgia e di Dermatologia.
Attualmente i padiglioni sono serviti e contornati dalla viabilità interna all’area del policlinico. Un sistema di strade e parcheggi ad uso del personale medico e degli utenti della struttura. Un numero considerevole di aree verdi, alcune delle quali meritevoli di salvaguardia, completano gli spazi esterni di pertinenza.
L’area e le Strutture Ospedaliere del Policlinico San Matteo, rappresentano per la Città di Pavia un luogo storico.
Un caposaldo ricco di significati simbolici a partire dalla fondazione, avvenuta a metà del 1400 per opera e volontà di Domenico da Catalogna, frate Dominicano, e da un gruppo di cittadini pavesi. Divenne poi Ospedale Clinico nel 1927, su apposito decreto del Ministero della Pubblica Istruzione nell’ambito della Convenzione con L’università di Pavia.
Nel 1972 è stato classificato Ospedale Generale Regionale, esattamente dieci anni dopo nel 1982 è stato riconosciuto come Istituto a Carattere Scientifico.
Nelle strutture attualmente esistenti e disposte in diversi padiglioni si svolgono attività nelle aree dell’Infettivologia, Trapiantologia, Biotecnologie e Tecnologie Biomediche.
Si conducono attività di insegnamento, addestramento, formazione e aggiornamento in Medicina. Possiamo quindi affermare che, l’attività didattica è attualmente già presente all’interno delle strutture ospedaliere del Policlinico San Matteo. In concomitanza con la parziale dismissione di alcuni dei padiglioni storici e il trasferimento nel Nuovo Polo (D.E.A.) in via di ultimazione, si concretizza una straordinaria opportunità di radicamento dell’attività didattica in Medicina all’interno del Policlinico San Matteo.
Lo studio di fattibilità comparativo elaborato dal presente Studio Professionale su incarico dell’Università di Pavia ha come obbiettivo l’utilizzo, previa ristrutturazione e recupero, delle strutture in via di dismissione indicando, con l’ausilio della documentazione grafica, una possibile riconversione degli ambienti ai fini didattici.
Lo studio prevede inoltre l’indicazione di alcuni interventi da attuare per le aree esterne. In particolare, tra i due padiglioni principali (ex/medicine e ex/chirurgie), si configura uno spazio esterno, nel quale verranno realizzate
un sistema di aree verdi e pedonali ad uso esclusivo del Polo Universitario. Il sistema definito “Campus Universitario”, si configura come un luogo di incontro, di scambio e di attività all’aperto. L’area, unicamente ciclo/pedonale, permetterà di dotare gli edifici recuperati delle strutture di emergenza ed evacuazione (uscite di sicurezza per le aule da 130 utenti), inoltre, permetterà di valorizzare il sistema delle aree verdi e delle specie arboree di pregio già esistenti.
Nel complesso l’ intervento di recupero delle strutture ospedaliere manterrebbe inalterato l’impianto storico dei padiglioni esistenti permettendo l’insediamento del Nuovo Polo Universitario in Medicina in relazione armonica con le attività sanitarie e di formazione del Policlinico San Matteo di Pavia.