Facebook di Michele Bollini Twitter di Michele Bollini Instagram di Michele Bollini Linkedin di Michele Bollini

Green House - COMO

E’ un unico fabbricato che misura 24 metri di lunghezza per 8 metri di larghezza, su un unico livello.L’uso del piano libero, la funzionalità di ogni spazio e l’orientamento, fanno dell’edificio un volume” puro”,disegnato con particolare attenzione alle esigenze della coppia che lo abitano e dei loro due figli.
Funzioni specifiche connesse a spazi calibrati secondo le necessità.
Tutte le attività sono state progettate a partire da uno spazio minimo, calibrato e misurato.
A sud, ampie vetrate filtrano la luce del sole, illuminando gli ambienti che si susseguono, dalla zona giorno alla zona notte. Nei mesi estivi, un sistema di ombreggiamento a moduli scorrevoli, garantisce la protezione dell’edificio dall’irraggiamento solare, garantendo il confort al suo interno.
A nord, le aperture più misurate, consentono l’aerazione degli spazi di servizio.
Ogni ambiente è dimensionato e proporzionato in relazione alle persone che vi abitano, indipendentemente dal luogo nel quale è inserito.
Abitare su un unico livello, semplifica estremamente lo svolgersi delle  attività quotidiane negli ambienti. Consente una migliore relazione con lo spazio esterno, visibile e accessibile da ogni locale.
Una “macchina per abitare” che risponde pienamente alle esigenze dei committenti.
Cosruito con particolare attenzione al contenimento dei consumi energetici, l’edificio è certificato in classe energetica A.
L’involucro è fortemente isolato da un sistema a cappotto in lana di roccia Rockwool.
La copertura piana è dotata di sistemi a pannelli solari e fotovoltaici che consentono l’utilizzo di energie rinnovabili.
Il progeto è l’esempio di come architetettura moderna  e funzionalità impiantistiche possono coesistere e completarsi a vicenda con semplicità, senza che l’uno abbia prevalenza sull’altro.
Il design interno e gli arredi rispecchia il rigore del volume esterno, con particolare attenzione alla scelta dei materiali.

Testo di A.Carvani