Facebook di Michele Bollini Twitter di Michele Bollini Instagram di Michele Bollini Linkedin di Michele Bollini

MASSERIA SCOTT - COMO

Il progetto di ristrutturazione prevede un ampliamento del 10% del volume esistente e contempla la realizzazione di unità residenziali, con autorimessa interrata. Nel rispetto dell’impianto tipologico, l’ampliamento si configura come il completamento, sul fronte Ovest, del corpo di fabbrica esistente, definendo lo spazio di una seconda corte (vedi tavola B01-Planimetria generale di intervento).

Si propone, per il corpo di fabbrica longitudinale (Corpo 1), l’inserimento di un vano scala completo di ascensore per il superamento delle barriere architettoniche, a servizio delle unità residenziali disposte su tre livelli:
paino terra, piano primo e piano secondo. Sul fronte sud, il vano scala si configura come uno spazio aperto da un sistema di logge che permettono l’affaccio sulle corti definite da un dimensionamento più adeguato. La facciata è scandita da un sistema di aperture di dimensioni uguali a quelle esistenti. Il sistema di ballatoi realizzati in legno, definiscono i livelli dell’edificio, a destra e a sinistra del vano scala. Sul fronte nord, un insieme di aperture miste per forma e dimensione, ridisegna il prospetto attorno al vano scala vetrato.

A piano terra, un sistema di corti a vocazione pubblica, permette la circolazione pedonale e si configura come spazio di servizio, sosta e accesso alle singole unità residenziali. Tale spazio è dimensionato al corretto utilizzo in relazione alle nuove utenze.
Delimitate da un sistema fisso di  fioriere verdi, realizzate in muratura , le corti “pubbliche” sono la vera caratteristica dell’intervento proposto.  Sono luoghi di sosta, di relazione e di contemplazione del paesaggio circostante.

Esternamente, il fronte sud (Corpo 1 e Corpo 2), è caratterizzato da un sistema di terrazze verdi, ad uso privato delle unità abitative che annettono la quota delle corti con la quota inferiore dei piani seminterrati.

I collegamenti verticali sono realizzati mediante un sistema di scale che si sviluppano in aderenza ai muri di contenimento in pietra.  Aree verdi e spazi pavimentati definiscono le singole unità residenziali mediante dislivelli di quota omogenei.
Tale ampliamento si propone  con caratteristiche architettoniche proprie conservando un forte carattere tipologico. Le aperture vetrate sono diverse per dimensioni e forma, i materiali di finitura esterna e di copertura dialogano con l’esistente mantenendo al contempo caratteristiche architettoniche differenti. Nel complesso l’intervento si dichiara in modo unitario, rispettoso delle preesistenze, in un dialogo aperto tra elementi della tradizione tipologica rurale e nuove esigenze insediative. Esternamente a piano terra si progetta una piscina di dimensioni contenute al tipo di insediamento, ad uso esclusivo delle proprietà, finita in materiale lapideo per le parti emergenti dal profilo del terreno esistente, dotata di un locale ad uso e manutenzione per il corretto funzionamento. Sono previsti, nel progetto delle sistemazioni esterne, un numero di alberi da piantare a completamento delle parti a verde dell’intervento.